Family and Media

familyandmedia.eu

You are here: Home Argomenti I valori nella pubblicità. Un nuovo approccio etico e commerciale

I valori nella pubblicità. Un nuovo approccio etico e commerciale

E-mail Stampa

LOS_VALORES_EN_la_publicidad

Alfonso Méndiz Noguero. I valori nella pubblicità. Un nuovo approccio etico e commerciale.  Madrid, IC-Media Net Publicaciones 201

“Io non vendo profumi e creme, ma seduzione”. E’ questa la diretta ma illuminante affermazione di un direttore marketing di una nota multinazionale di cosmetici, che il professore Alfonso Méndiz utilizza come incipit del suo libro “I valori nella pubblicità. Un nuovo approccio etico e commerciale”. Una frase semplice ma di forte effetto, che contiene l’essenza della comunicazione pubblicitaria: si vendono sogni e speranze, non solo prodotti e servizi.

Ma se la pubblicità vende valori, veicola idee e modelli, influenza consumi, mode e comportamenti, allora non è più un semplice strumento di una strategia commerciale, ma qualcosa di più. E’ un fenomeno sociale e pubblico: sociale perché i suoi effetti hanno impatto ed influenza all’interno della nostra società. Pubblico perché tutti, nel bene e nel male, ne siamo coinvolti. La pubblicità diventa quindi non più solo uno strumento di vendita, una leva del marketing mix per aumentare  le vendite e i fatturati di un’impresa, ma un agente sociale, un fattore chiave all’interno della nostra società con una forte anche impatto in ambito educativo, morale e sociologico.

In questo contesto è allora di fondamentale importanza riuscire ad osservare una deontologia da parte dei professionisti del settore, per poter esercitare il “potere di persuasione di massa” con equilibrio e senso di responsabilità. La sfida che lancia Alfonso Méndiz con questo suo libero è proprio quella di ricostruire un’etica pubblicitaria, basata sulla comunicazione di valori e comportamenti socialmente corretti e non votati unicamente al business e alla manipolazione.

Troppo spesso infatti la comunicazione entra nelle nostre case con modelli di vita negativi basati sulla competizione, il sesso, l’inganno, l’astuzia e soprattutto marcando un forte materialismo di fondo votato al consumo più sfrenato. Quello che serve è ridefinire il concetto di etica nella pubblicità, ponendosi dei limiti oltre il quale non si può andare. Ma non solo. Etica nella pubblicità vuol dire non solo “non fare qualcosa di negativo”, ma anche “fare qualcosa di positivo”, come ad esempio educare il pubblico ad un consumo più sano e responsabile, meno di impulso e più basato sull’effettivo soddisfacimento dei reali bisogni. Solo così si potrà intraprendere una strada dove la vendita ed il business possano svilupparsi con un approccio socialmente ed eticamente più equo e responsabile, a difesa anche delle fasce più deboli e meno protette come i minori e gli anziani, per una comunicazione pubblicitaria orientata al servizio non solo dell’impresa, ma anche della collettività.

Oltre che con il suo libro, il professore Alfonso Méndiz, continua la sua opera di studio e riflessione sulla pubblicità e i media in ambito etico, nel suo blog: alfonsomendiz.blogspot. E’ uno spazio web, con aggiornamenti anche quotidiani, dove si affrontano tutti i temi relativi al mondo della comunicazione commerciale, con spirito non semplicemente critico ma anche costruttivo e propositivo per rilanciare la sfida di una nuova etica nella pubblicità e nei mass media, dove la ricerca del profitto, sia accompagnata anche da una affermazione di valori.

 

Family and Media Mobile

Get it on Google Play

Pubblicazioni e Documenti

pdf-icoLa famiglia nei mezzi di comunicazione: Evangelizzazione ed evangelizzatori
Download
pdf-icoMessaggio del Santo Padre Francesco per la XLIX Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali.
Download
pdf-icoL'amore che porta nuova vita nel mondo – Il Rabbino Sacks sull'istituzione del matrimonio.
Download

 

pdf-icoRicordiamo che questo è un sinodo sulla famiglia.
Divorzio, annullamento e contraccettivi certamente hanno il loro impatto sulla vita famigliare, ma di sicuro un impatto negativo.

Download
pdf-icoIl linguaggio creativo: decodificazione, contestualizzazione e difesa dell'identità umana
Download

 

pdf-icoFamiglia o famiglie? Verso una migliore comprensione dell’umanizzazione e della generatività
Testo della conferenza del prof Malo tenutasi a Budapest il 5 Febbraio 2014 durante un convegno organizzato dalla Pázmány Péter Catholic University
Download
pdf-icoReti Sociali: porte di verità e di fede; nuovi spazi di evangelizzazione.
Messaggio del Santo Padre Benedetto XVI per la XLVII Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali
Download
pdf-icoLa Familiaris consortio trent'anni dopo.
Cardinale Carlo Caffarra, arcivescovo di Bologna. Bologna, Associazione AMBER, 22 gennaio 2012.
Download
pdf-icoRelazioni familiari, le loro rappresentazioni mediatiche e relazioni virtuali. Norberto González Gaitano (Pontificia Università della Santa Croce). Biblioteca “Giovanni Spadolini” del Senato della Repubblica Italiana. Giornata Internazionale della Famiglia 2011, 13 maggio 2011.
Download
pdf-icoLa comunicazione di moda - di Paolo Braga e Armando Fumagalli. E’ uscita da poco in libreria (novembre 2010) una nuova edizione, rinnovata e aumentata del fortunato e importante volume di Gianfranco Bettetini e Armando Fumagalli, Quel che resta dei media, Angeli, Milano (la prima edizione è del 1998).
Download
pdf-icoEducare ai media e con i media. L’intervento di Armando Fumagalli al corso Aiart di Mazara del Vallo (28 marzo 2010) ha ripercorso in parte i contenuti del seguente testo, scritto insieme a Paolo Braga.
Download
pixar_venezia_50_50La Pixar a Venezia
Armando Fumagalli
Leggi l'articolo
pdf-icoTesto della conferenza: Famiglia e mezzi di comunicazione sociale dal VI Incontro Mondiale delle Famiglie in Messico DF il 15 di gennaio di 2009
Norberto González Gaitano
Download
giovanni_paolo_ii_50_50Messaggio del Santo Padre Giovanni Paolo II per la XXXVIII giornata mondiale delle Comunicazioni Sociali
"I media in famiglia: un rischio e una ricchezza"
Download
giovanni_paolo_ii_50_50Messaggio del Santo Padre Benedetto XVI per la XLIII giornata mondiale delle Comunicazioni Sociali
"Nuove tecnologie, nuove relazioni. Promuovere una cultura di rispetto, di dialogo, di amicizia"
Download
Privacy Policy